Image1

160-tusciafor

QTube

Video Id mancante!

JoomCategories for JoomGallery

JC_NO_CATEGORIES_FOUND_LBL

Bagnaia Turismo

  • PDF

Sorge possente sul fianco della porta che accede al borgo medievaleArrivati nella piazza principale si ha la visione di due borghi ben distinti; oltre l'alta torre dell'orologio sorge l'antico borgo medievale e di fronte la città rinascimentale.

Superata la porta che attraversa le mura si ha subito l'impressione di tornare indietro nei secoli e riscoprire l'antico Castrum Balneariae costruito su una lingua di terra lambita da profonde pareti di roccia che calano nelle gole.


Per l'aria così salubre, e per la vita serena che vi si svolgeva, Bagnaia fu scelta per i soggiorni estivi del vescovo.
Fu il Conte del Monte, avendo ricevuto Bagnaia da suo fratello Giulio III, ad iniziare la costruzione del nuovo borgo, che sarebbe sorto tra quello medievale e la nuova Villa, con nobili palazzi ed ampie strade.
Il periodo di massimo splendore fu raggiunto nel 1566, quando il paese passò al card. Giovanni Francesco Gambara.
Egli fece realizzare i mille giochi d'acqua, che dal monte arrivavano ai meravigliosi giardini e fece decorare le stanze della Villa da nomi illustri del periodo: Zuccari, Raffaellino da Reggio, Tempesta e Lombardelli. Successivamente la Villa appartenne a vari cardinali fino al duca Ippolito Lante, dal quale prese il nome attuale.

I giardini all'italiana di Villa Lante di bagnaia


Villa Lante è definita un pregiatissimo esempio di architettura cinquecentesca, arricchita dai meravigliosi giardini all'italiana.
Fu fatta costruire dal card. De Gambara su un probabile progetto del Vignola. Percorrendo gli itinerari si scoprono leggiadre fontane, vasche decorate, cascate e giochi d'acqua che dal terrazzo più alto del parco, reso alquanto suggestivo dalla Fontana del Diluvio, ricoperta da una lussureggiante vegetazione, scendono al giardino sottostante la villa.
Nel progetto era prevista la costruzione delle due ville, ma solo una fu fatta costruire, nel 1566, dal card. Gambara.
All'interno conserva meravigliosi soffitti a cassettoni, stucchi ed affreschi pregiati, alcuni raffiguranti Villa D'Este, il Palazzo Farnese di Caprarola, il Palazzo di Capodimonte e Villa Lante come era all'origine. L'altra villa, chiamata Palazzina Montalto, per il nome del cardinale che la fece costruire, venne terminata nel 1590 con affreschi di vari autori ed un importante soffitto a cassettoni decorato.


Per Visite guidate, Guide Turistiche, Tour ed accompagnatori a Bagnaia e in tutta la Tuscia:
contatta Tuscia Doc, Tel 0761 647941 - e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Visite guidate e Guide Turistiche Specializzate nella Tuscia >>

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.